3D Craft Blog

3DCraft è un blog dedicato al variegato mondo della stampa 3D e del making. Si rivolge non solo ai maker, ma a tutti coloro vogliano approfondire l’argomento attraverso un viaggio tra sperimentazioni, design e test di stampa che mettono a confronto filamenti, materiali, tecniche e strumentazioni differenti.

  • BuildTak vecchio e pellicola nuova

BuildTak

Maggio 30th, 2018|0 Commenti

BuildTak guida per l'installazione Descrizione del BuildTak Il BuildTak è un film di materiale plastico che può essere applicato sopra il piano della nostra stampante 3d al fine di migliorare l’adesione del modello durante il processo di stampa. Tramite questo particolare film dedicato alla stampa 3d non è più necessario applicare [...]

  • Knot prima e dopo la levigatura con il polysher della polymaker

PVB Polysmooth Polymaker

Maggio 17th, 2018|2 Commenti

La 3D Polymaker (azienda di filamenti con reparto di produzione a Shanghai e filiali nei Paesi Bassi ed a New York) ha creato una nuova tipologia di Filamento, il PVB Polysmooth Polymaker con caratteristiche molto particolari: il suo filamento, una volta stampato con una comune stampante 3D FDM, può essere levigato tramite un particolare macchinario chiamato Polysher. Tale macchinario [...]

  • Materiali termoplastici

Manuale sui filamenti per stampa 3D

Marzo 29th, 2018|4 Commenti

Nella stampa 3D con filamenti termoplastici, ovvero con tecnologia di stampa in FDM, è tanto importante avere una macchina precisa e accurata quanto conoscere le principali caratteristiche dei materiali che stiamo andando ad estrudere con tale macchina, sia essa auto costruita o preassemblata. Ma scendiamo un po’ più nel dettaglio. Attualmente, grazie all’ausilio della chimica, nel mercato della prototipazione [...]

Carica altri articoli

Guarda gli ultimi video

La mia stampate 3D

Come ogni buon maker, non posso esimermi dal presentarvi la mia fidata stampante 3D, che ci accompagnerà nei test di filamenti di stampa di differenti caratteristiche, dagli standard a quelli speciali. La mia Raise3D N1 ha un volume di stampa massimo di 205x205x2015 mm, sicuramente non troppo esteso ma perfetto per effettuare molteplici prove. La macchina è dotata di due nozzle in grado di arrivare ad una temperatura massima di 310 c° e un piatto di stampa anch’esso riscaldabile fino a 110 c°. Tra le ultime caratteristiche importanti, il fatto che la Raise N1 si presta alla stampa di materiali più difficili come il filamento ABS e similari grazie alla sua camera chiusa, può arrivare ad una risoluzione di stampa sull’asse Z di 10 micron e ha una Position Accuracy sull’asse X-Y di 0.0125 e sull’asse Z di 0.00125. Ma questo è solo l’inizio: non mancherà occasione di un articolo in cui analizzerò nello specifico i punti di forza e di debolezza di questa stampante.

Stampante 3D

PLA Bianco ShareMind

PLA Bianco ShareMind

Il vaso è stato stampato in modalità spiral vase

Acido polilattico

PLA Raise3D

PLA Raise3D

Cervo realizzato ad una risoluzione di 130 micron

HIPS

HIPS Treed Filament

HIPS Treed Filament

Questo HIPS nero regala al modello un effetto lucente che nasconde lo slicing anche a basse risoluzioni.

Collaborazioni